Salta al contenuto
Rss





Le grandi Famiglie

Nel 1562 fu eseguita una misura del territorio di Trivolzio, dal pubblico agrimensore pavese Bernardino di Locadello. Il documento elenca i nomi dei proprietari presenti allora a Trivolzio. Si trattava per il 66% delel terre, di famiglie nobili e signorili, per il 30% di possidenti locali e solo per il restante 4% di proprietari "minuti".
Le famiglie delle prime due categorie erano: Giussano, Abbiati, Gringhelli, Ferre`, Re, Landini (Campari Landini), Sangregorio, De Mano, Vecchi, Sacchi, Gambarana, Visconti, Repossi. Una parte di terreni apparteneva anche all'arcipretura di Trivolzio. Sono scomparse dall'elenco dei possidenti l'antica famiglia Astolfi, d'origine longobarda, che possedeva terre a Trivolzio tra il sec. XIV e i primi decenni del XVI, i Del Pozzo, i Maestri, i Moracavalli, i Tonsi, i Giochi e i Bellocchi, possidenti di terre nella zona durante il sec. XV. Nel 1616 non risultano piu` presenti i Gringhelli, Ferre`, Re e Vecchi, mentre si aggiungono i seguenti nomi di possidenti: Gazzaniga, Ferrari, Belbello, Del Mangano. Nel corso del sec. XVII si registra l'arrivo delle famiglie Crivelli e Grugni, mentre i Rusca appaiono solo nel sec. XVIII. Diversi enti religiosi possedevano terre in Trivolzio.
Il Monastero pavese di Monte Oliveto, di monache vallombrosane, che sorgeva lungo l'attuale via Frank, possedeva terreni a Torradello sin dal sec. XIII. Il Monastero di Sant'Agostino e` citato verso la fine del sec. XIV, il Monastero del Santo Sepolcro (San Lanfranco) ai primi del sec. XV. Il Monastero pavese di Santa Maria di Nazareth, sito in Borgo Ticino, compare in un atto del 1438. Sono citati in documenti il Monastero pavese di San Martino in Pietra Lata, che sorgeva lungo l'attuale via Mentana (sec.XV), San Dalmazio (sec. XVI) e Santa Mostiola, che sorgevano lungo l'attuale via Porta (sec. XVI), San Martino del Leano, poi inglobato nell'attuale edificio dell'Universita` (sec. XVII), il Monastero pavese del Carmine e quello milanese di Santa Maria Maddalena al Cerchio (sec. XVIII). Troviamo inoltrela chiesa pavese di Snta Cristina (che sorgeva presso l'attuale piazza della Vittoria) e quella di San Pantaleone (che ha lasciato il nome a un vicolo della citta`, prosso il Carmine), nonche` San Michele, Santa Maria in Pertica, Santa Maria delle mille virtu` (sita nell'attuale piazza Berengario), la Cattedrale, Santa Maria Perone (piazza del Lino), Sant'Invenzio e altre chiese o fondazioni religiose.


Tratto da dal libro Storia locale TRIVOLZIO 1997





Inizio Pagina Comune di TRIVOLZIO (PV) - Sito Ufficiale
Via Casorate Primo, 4 - 27020 TRIVOLZIO (PV) - Italy
Tel. (+39)0382.928041 - Fax (+39)0382.930485
Codice Fiscale: 80000970188 - Partita IVA: 00470940180
EMail: info@comune.trivolzio.pv.it
Posta Elettronica Certificata: comune.trivolzio@pec.regione.lombardia.it
Web: http://www.comune.trivolzio.pv.it


|